All’Abbazia di Valvisciolo la visita del cardinale albanese Simoni, testimone delle persecuzioni del regime comunista

Ernest Simoni

La comunità di Sermoneta si prepara a ricevere il cardinale albanese Ernest Simoni, testimone delle persecuzioni del regime comunista. Arrestato il 24 dicembre 1963 con l’accusa di aver celebrato messe a suffragio del presidente americano John Fitzgerald Kennedy, assassinato pochi mesi prima, venne incarcerato e torturato, nonché condannato a morte, ma la pena fu successivamente commutata in 25 anni di prigionia e lavori forzati. Venne liberato nel 1981, dopo 18 anni, ma da “nemico del popolo” fu costretto a lavorare nelle fogne di Scutari e ad esercitare clandestinamente il ministero sacerdotale fino alla caduta del regime comunista nel 1990. La sua storia commosse Papa Francesco che lo incontrò per la prima volta nel 2014 in occasione di un viaggio a Tirana. Due anni dopo il Santo Padre lo fece cardinale, con il titolo di diacono di Santa Maria della Scala.

Il cardinale albanese, insigne testimone di Cristo, presiederà la celebrazione eucaristica nella chiesa abbaziale di Valvisciolo, in programma per sabato 2 marzo alle 17. I fedeli, i monaci dell’Abbazia di Valvisciolo e l’amministrazione del Comune di Sermoneta prenderanno parte alla messa solenne con la consapevolezza che l’esperienza di vita del cardinale rappresenti il dono della fede. Il priore, padre Andrea Rossi, e tutta la comunità sono lieti di poter conoscere l’incrollabile fedele alla parola di Gesù Cristo.

Il programma

La celebrazione verrà animata dalla Corale Abbazia di Valvisciolo “Giuseppe Nardocci” diretta dal M° Rosario Carrichiello, all’organo Alessia Gianolla, al clarinetto M° Andrea Gianolla. Con la partecipazione delle soprano Paola Occhi e Silvana D’Andrea.
Molto ricco il programma culturale che seguirà al termine della Santa Messa sempre alla presenza di Sua Eminenza reverendissima Cardinale Ernest Simoni. E che vedrà nuovamente protagonisti i membri della Corale Abbazia di Valvisciolo “Giuseppe Nardocci” diretta dal M° Rosario Carrichiello, con le soprano Paola Occhi e Edy Bonaiuti, il baritono Alessandro Petruccelli, alla chitarra Matteo Roccia, all’organo Thea Spanò, con la partecipazione del soprano Silvana D’Andrea.
Così le musiche di G. Caccini, W.A. Mozart, F. Schubert, G.F. Händel, C. Gounod, N. Rota e L. Cohen risuoneranno tra le mura abbaziali per toccare le pieghe dell’anima dei presenti.
Al termine del Concerto sarà inaugurata l’interessante Mostra di icone dal titolo “Sacris Imago” presso la Sala Capitolare curata dallo storico dell’Arte Sonia Testa, Presidente dell’Archeoclub di Sermoneta e dal Filosofo dell’Arte Padre Paolo Alberico Giammaria. La mostra ad ingresso libero sarà fruibile tutti i sabati e le domeniche fino al 17 marzo.

LE VOSTRE OPINIONI

commenti