Borsa di studio Susetta Guerrini: la consegna a villa Fogliano

Susetta Guerrini

Anche per questo 2019 ricorre l’appuntamento che vedrà protagonista la figura di Susetta Guerrini, nota giornalista del panorama locale scomparsa prematuramente nell’agosto del 1991. Sarà l’associazione Minerva a promuovere l’iniziativa, che dopo il successo dello scorso anno provvederà ad una nuova consegna di borse di studio intitolate alla giornalista nel giorno venerdì 7 giugno, a partire dalle 15 presso villa Fogliano.

A prendere parte all’evento, gli studenti delle classi quinte dell’istituto comprensivo statale Vito Fabiano di borgo Sabotino e dell’istituto comprensivo Torquato Tasso, Piccaro e Celli, aderenti all’iniziativa, i quali hanno avuto modo di produrre elaborati sulla città di Latina, selezionati poi da una giuria composta da insegnanti e giornalisti.

Susetta Guerrini viene tutt’oggi ricordata come la prima giornalista d’inchiesta pontina che si occupò, nelle sue trasmissioni televisive (Tele Lazio e Tele Monte Giove) e sulle pagine del neonato Latina Oggi, di argomenti ancora oggi all’ordine del giorno come ambiente e immigrazione. Fu anche giornalista in alcune delle redazioni storiche della nostra città, prima tra tutte in quella di Radio Latina 1.

“È per tutti noi un’iniziativa importante per ricordare una grande professionista della nostra città, a cui è stata dedicata anche l’Oasi Q4/Q5 proprio per sottolineare questo suo amore per l’ambiente di cui si è occupata molto nella sua carriera – ha commentato il presidente dell’associazione Minerva, Annalisa Muzio – Dalle colonne di Latina Oggi, ma anche nelle trasmissioni su Tele Lazio, sono numerosi gli articoli e i servizi televisivi a sua firma, su temi come le ecomafie, la centrale nucleare e ancora immigrazione ed economia. Ecco perché credo sia importante fare conoscere e ricordare la figura di questa giornalista anche alle nuove generazioni. Anche questa volta – ha proseguito la Muzio – i premi saranno in denaro perché la nostra volontà è anche quella di aiutare concretamente gli studenti nelle loro attività didattiche e novità di quest’anno è che sarà dato un premio in più, ovvero quello per il Miglior stile giornalistico visto che si parla, appunto, di una giornalista. Voglio ringraziare – ha concluso –  i dirigenti delle scuole che hanno partecipato alla borsa di studio e spero, anzi, che il prossimo anno ancora più istituti possano prendere parte a questa iniziativa soprattutto perché tra i tanti scopi della nostra associazione culturale c’è quello di sostenere il diritto allo studio delle nostre giovani generazioni che rappresentano il futuro di questa città”.

CONDIVIDI
Articolo precedenteBeach volley tour Lazio: si parte da Latina
Articolo successivoSport e solidarietà: boom di partecipanti al cross trofeo città di Nettuno
Francesca Milani
Laureata in psicologia dello sviluppo e dell'educazione, con un master in organizzazione e sviluppo del capitale umano in ambito internazionale, da anni si occupa di comunicazione. Nel 2014 è referente di progetto presso l'ufficio stampa del Comune di Latina. Dal 2015 cura la promozione sportiva, manifestazioni, organizzazione eventi e ufficio stampa. Adora scrivere, specializzata nella gestione delle piattaforme digitali e social, sviluppa la sua creatività anche in ambito grafico.