Bulbi di papavero, arresto convalidato. Ma l’indiano torna in libertà

Torna in libertà l’uomo di origini indiane arrestato ad Aprilia, perché trovato in possesso, il 10 settembre, di 5 chili di bulbi di papavero da oppio essiccati. Bhajan Chahal, difeso dall’avvocato Valentina Macor, non potrà tornare nel Lazio.

Oggi l’uomo, un artigiano che vive stabilmente in Italia da anni, è stato interrogato dal giudice per le indagini preliminari Giuseppe Molfese, che ha convalidato l’arresto. Ha poi rigettato la richiesta del pubblico ministero di custodia cautelare in carcere e disposto il divieto di dimora nella nostra regione.

Il 55enne ha dichiarato che la valigia sarebbe di un amico che gli aveva chiesto di trasportarla fino ad Aprilia. “Non sapevo cosa ci fosse all’interno” ha detto ancora al gip.

LE VOSTRE OPINIONI

commenti