Cisterna Ambiente, in arrivo 800mila euro per la raccolta differenziata

Repubblica
Il Comune di Cisterna

Oltre 800mila euro sono stati stanziati dalla Provincia di Latina per il potenziamento della raccolta differenziata e prevenzione e riutilizzo dei rifiuti urbani nel comune di Cisterna.

Nei giorni scorsi è stata pubblicata la graduatoria dei progetti ammessi e finanziati dalla Provincia di Latina in risposta al bando emesso a dicembre. La municipalizzata di Cisterna si è posizionata al terzo posto dopo Abc Latina (3.011.834,25 euro) e Aprilia (868.171,19 euro).

Si tratta di un progetto molto articolato che attraverso un ammodernamento e potenziamento delle attuali attrezzature e strutture, ma anche il coinvolgimento di diverse fasce di popolazione, mira ad estendere e migliorare il servizio.

Con la somma ottenuta saranno acquistati mastelli e buste personalizzate mediante codici a barre che, nel prossimo futuro, consentiranno una tariffazione puntuale, ovvero pagare esattamente il rifiuto che si produce, e la sua localizzazione.

Non è prevista la realizzazione di nuove isole ecologiche, ma l’ampliamento dei moduli di raccolta differenziata porta a porta fino a raggiungere l’intero territorio, centro urbano compreso.

I primi ampliamenti interesseranno le zone a nord di Cisterna come Franceschetti, e il completamento di via Roma e via Aprilia. L’Ecocentro di via Primo Maggio verrà ampliato con l’utilizzo della confinante area incolta comunale sulla quale verrà realizzata una canalizzazione e nebulizzazione alta dell’organico con l’abbattimento degli attuali cattivi odori che in determinati condizioni si verificano creando disagi alle abitazioni circostanti.

Inoltre verrà acquistato un trituratore per il verde per ridurre il volume delle potature raccolte e quindi anche il numero di viaggi dei camion verso la discarica diminuendo spese e impatto ambientale. Partirà anche una campagna di promozione e sensibilizzazione verso il rispetto ambientale e il corretto conferimento dei rifiuti.

Un’azione che mira a due fasce di età particolarmente importanti, i bambini e gli anziani, che potranno loro stessi agire ed educare chi maggiormente produce i rifiuti: gli adulti. Gli anziani dei centri sociali verranno adeguatamente formati e coinvolti a vigilare e supportare i cittadini nel corretto conferimento dei rifiuti sia a casa che nei pressi dei cassonetti informatizzati.

L’educazione alla raccolta differenziata arriverà anche nelle scuole di Cisterna dove verranno svolti incontri, laboratori e attività centrati sul libro illustrato “Mago Riciclo” dove i bambini leggendo e riproducendo la fiaba faranno propri i comportamenti di un buon cittadino rispettoso e tutore dell’ambiente.

“Tutti i fondi assegnati a questo progetto – ha detto il liquidatore della Cisterna Ambiente, Diego Cianchetti – saranno utilizzati per implementare la raccolta differenziata. Anche grazie al contributo provinciale, infatti, vorremmo vincere la sfida di portare la raccolta differenziata al 60% nel 2020”.

LE VOSTRE OPINIONI

commenti