Europee, a Fondi la chiusura della campagna elettorale di De Meo e FI

Salvatore De Meo

Salvatore De Meo, candidato di Forza Italia alle europee nella circoscrizione Italia Centro, ha scelto di giocare in casa per la chiusura della campagna elettorale: domani, 24 maggio, l’appuntamento è a Fondi, cittadina in cui è sindaco per la seconda volta consecutiva. Location dell’evento, che anticipa il silenzio prima del voto di domenica 26 maggio, sarà il ristorante “Al Boschetto”.

Interverranno con De Meo il coordinatore regionale di Forza Italia, il senatore Claudio Fazzone, il coordinatore provinciale Alessandro Calvi e il consigliere regionale Giuseppe Simeone.

“Questa campagna elettorale è stata un’esperienza bellissima – sottolinea De Meo – perché ho avuto moltissime occasioni di confronto con migliaia di cittadini dei territori della Circoscrizione Italia centrale, che sono il nucleo delle mie proposte programmatiche: cittadini, lavoratori, studenti, pensionati, professionisti, imprenditori, amministratori locali, associazioni, ma anche molti giovani appassionati. A tutti ho spiegato quanto sia importante questo appuntamento per il nostro futuro e ho ribadito il mio impegno a voler dare loro voce in ambito europeo, perché l’Europa deve necessariamente mettere al centro della sua agenda le problematiche dei nostri territori”.

De Meo, conoscitore delle problematiche degli enti locali e esperto dei meccanismi dell’Ue, parla apertamente di Europa come serbatoio grandi opportunità per il territorio.

“La campagna elettorale è stata giocata da molti candidati sui temi nazionali più che su quelli europei, mentre l’appuntamento di domenica 26 maggio è destinato a incidere profondamente sulle nostre vite”, ha detto il candidato azzurro della provincia pontina.

“In queste settimane – tiene a precisare – ho percepito quante false verità circolino sull’Europa, che non è un male ma un’opportunità, e può essere la soluzione a molti dei nostri problemi, dall’economia al lavoro, dalla formazione all’ambiente, dalle infrastrutture all’immigrazione, dalle politiche per i giovani all’innovazione tecnologica e digitale, dal turismo alla cultura. L’Europa è già in mezzo a noi, molto più di quanto pensiamo, soprattutto perché nell’immediato futuro i Comuni saranno i veri protagonisti di questa sfida, considerato che nella prossima programmazione una quota rilevante dei fondi europei verrà riservata proprio agli enti locali”.

“Al vento nazionalista – conclude De Meo – che mira a disgregare l’Unione Europea dobbiamo opporre la nostra idea di Europa e le nostre idee su come vogliamo cambiarla per migliorarla affinché sia più forte e attenta ai bisogni delle persone. Possiamo farlo, insieme”.

LE VOSTRE OPINIONI

commenti