Europee e comunali, l’election day nella provincia di Latina

Tutti al voto domani, 26 maggio, dalle 7 alle 23, per eleggere i deputati del Parlamento europeo. In 7 Comuni su 33 della provincia di Latina (oltre mezzo milione di abitanti), l’appuntamento vale anche per il rinnovo del Consiglio comunale e per l’elezione diretta del sindaco.

Per il voto europeo si potranno esprimere da una a un massimo di tre preferenze, purché i nominativi dei candidati prescelti siano corrispondenti alla lista del simbolo sbarrato. Occhio alla parità di genere nel caso di più preferenze: è consentito scrivere i nomi di un uomo e di una donna candidati in caso di due preferenze; di due donne e di un uomo in caso di tre.

Gli elettori pontini possono votare tutte le liste, con o senza preferenza, depositate per la circoscrizione Italia Centro. Sono in tutto 15, consultabili qui.

Tra i candidati locali segnaliamo la presenza di: Matteo Adinolfi di Latina nella lista della Lega; Gianluca Macone di Gaeta nella lista del Movimento cinque Stelle; Salvatore De Meo, sindaco di Fondi, nella lista di Forza Italia, Nicola Procaccini, sindaco di Terracina, nella lista di Fratrelli d’Italia; Benedetto Crocco di Gaeta nella lista del Partito Comunista; Cristina Iacovacci di Latina nella lista di CasaPound.

Sono gli elettori dei comuni di Rocca Massima, Sermoneta, Roccagorga, Maenza, ProssediMonte San Biagio e Spigno Saturnia chiamati al voto per eleggere altrettanti sindaci e rinnovare i rispettivi consigli comunali. Si tratta di Comuni con popolazione inferiore ai 15mila abitanti, per cui non è consentito il voto disgiunto. Le preferenze per i consiglieri comunali potranno essere espresse, con parità di genere, soltanto se collegate alla lista del candidato sindaco scelto.

Due gli aspiranti sindaci a Rocca Massima (1094 abitanti): Mario Lucarelli, sostenuto dalla lista civica Cittadinanza Condivisa, Raniero Paoletti con la lista Lega Democratica per Rocca Massima. 

In quattro in lizza a Sermoneta per la carica di primo cittadino: Alessandro Antonnicola, sostenuto da Nessuno Escluso, Giuseppina Giovannoli con la lista Ripartiamo, Antonio Aprile con la lista Aprile Sindaco ed Emanuele Agostini, sostenuto dalla lista Sermoneta Protagonista (leggi qui per i candidati alla carica di consigliere comunale).

A Roccagorga la gara elettorale per la poltrona da sindaco è tra Sante Tullio, detto Nino, con Uniti per Roccagorga, e Annunziata Piccaro, detta Nancy, sostenuta dalla lista Tradizione e Futuro (leggi qui per i candidati alla carica di consigliere comunale).

Corsa a tre a Maenza: Claudio Sperduti chiede la riconferma con Progetto per Maenza; gli sfidanti per la carica di sindaco sono Rosalba Napoleoni sostenuta da Uniti per Maenza e Loreto Polidoro con Prendiamoci Cura di Maenza (leggi qui per i candidati alla carica di consigliere comunale).

Doppia sfida a Prossedi. Angelo Pincivero, sindaco uscente ci riprova con Insieme per Prossedi. Contro di lui Ornella Mastrantoni sostenuta dalla listaInsieme per un futuro Migliore (leggi qui per i candidati alla carica di consigliere comunale).

A Monte San Biagio il primo cittadino Federico Carnevale tenta la doppietta con la lista Noi per Monte San Biagio. Gesualdo Mirabella, sostenuto daSìAmo Monte San Biagio, e Guglielmo Raso, con Monte San Biagio Futura, sono gli sfidanti (leggi qui per i candidati alla carica di consigliere comunale).

La lista Prima Spigno, che vede come candidato sindaco Salvatore Vento, e Uniti per Spigno che propone alla guida del paese Sergio Corelli sono le due opzioni per il nuovo corso politico e amministrativo di Spigno Saturnia.

 

 

 

LE VOSTRE OPINIONI

commenti