Latina: a scuola si torna dopo il referendum, così anche a Formia e Maenza

Il Comune di Latina

E’ arrivata la conferma anche per il capoluogo pontino: le scuole a Latina riapriranno il 24 settembre. Il sindaco di Latina, Damiano Coletta, sta predisponendo un’ordinanza con la quale si rinvia l’inizio delle lezioni. Il provvedimento riguarda le scuole di ogni ordine e grado fatta eccezione per gli asili nido.

La decisione è stata presa al termine di una riunione che si è svolta oggi pomeriggio in videoconferenza tra la maggior parte dei sindaci della Provincia di Latina, un confronto che era stato promosso dal sindaco Damiano Coletta e dal presidente della Provincia Carlo Medici.

“È stata una scelta condivisa con buona parte dei colleghi sindaci – ha detto Coletta – poiché riteniamo che il rinvio delle lezioni ci consentirà di ultimare tutti i protocolli di sicurezza suppletivi all’assenza dei banchi monoposto, approfittando anche della pausa legata all’appuntamento referendario.

Parliamo di interventi che hanno l’assoluta priorità poiché da questi dipende la sicurezza di bambini, ragazzi e personale scolastico. Il Comune in questi giorni ha ricevuto diverse sollecitazioni in tal senso anche da parte degli stessi dirigenti scolastici attraverso l’assessore alla Pubblica Istruzione, Gianmarco Proietti. E anche le istanze esposte nel corso dell’ultima commissione Scuola, presieduta da Fabio D’Achille, andavano in questa direzione. Sono convinto che questa sia la decisione più saggia in questo momento, soprattutto perché è arrivata al termine di un percorso fatto di ascolto e condivisione”.

Stessa decisione è stata presa per i comuni di Formia e Maenza.