Latina ancora senza Piano antenne e Regolamento impianti di telefonia mobile, scatta l’interrogazione

Sarà presentata al prossimo question time, fissato per il 3 maggio alle 9.30, un’interrogazione sul Piano antenne e Regolamento per l’installazione di infrastrutture per impianti di telefonia mobile e di trasmissione dati per il territorio comunale di Latina. L’iniziativa è trasversale; porta la firma del consigliere Salvatore Antoci del gruppo misto, della consigliera Nicoletta Zuliani del Pd e della consigliera Luisa Mobili di Latina Bene Comune. Un argomento non nuovo alla politica amministrativa cittadina che tuttavia è rimasto all’angolo.

I firmatari dell’interrogazione spiegano che già nel 2005 il Comune di Latina aveva predisposto una bozza di Regolamento per l’installazione e l’esercizio degli impianti di telefonia mobile ma che tale regolamento non è mai stato approvato e quindi non è mai entrato in vigore. Tra il 2016 e il 2017 in commissione Ambiente è emersa la volontà politica di dotare il Comune di Latina di un Piano antenne e di un Regolamento per l’installazione di infrastrutture per impianti di telefonia mobile e di trasmissione dati ma anche in questo caso – si spiega nell’interrogazione – alla fine non se ne è fatto più nulla nonostante un convegno, ospitato dal Comune, organizzato dall’associazione Quartieri Connessi sull’elettrosmog a seguito del quale sindaco Damiano Coletta e l’assessore Roberto Lessio evidenziarono la necessità di dotarsi di Piano e Regolamento.

I firmatari dell’interrogazione tornano a bomba su questo “vuoto”, convinti che l’assenza di Piano e Regolamento crei un ambiente di anarchia dove, in assenza di regole, vige la legge del più forte che spinge gli operatori ad un’occupazione del territorio di tipo militare istallando molte più antenne del necessario, convinti che l’assenza di tali strumenti vada a detrimento non solo dei cittadini ma anche delle aziende di telefonia che si vedono costrette ad una competizione fatta a colpi di nuove antenne.

Per queste ragioni Antoci, Zuliani e Mobili chiedono al sindaco e agli assessori di riferimento, all’Ambiente e ai Lavori pubblici, per quale motivo non è stato ancora conferito l’incarico per la stesura del Piano antenne, se e quando si intende procedere con questo affidamento d’incarico e quando prevede di rendere efficace e attuativo il Regolamento per l’installazione di infrastrutture per impianti di telefonia mobile e di trasmissione dati.

LE VOSTRE OPINIONI

commenti