Latina, coppia minacciata da un gruppo armato di bastoni: un arresto per stalking

Foto di repertorio

Un romeno di 29 anni è stato arrestato ieri pomeriggio dalla Squadra Volante di Latina per il reato di stalking, commesso in danno della sua ex compagna. Gli atti persecutori, comprese botte a go go, sono emersi ieri a seguito del tentativo di aggressione commesso dall’uomo insieme ad altri tre connazionali in danno della donna e del suo attuale nuovo compagno. La Polizia è intervenuta su richiesta del nuovo compagno nei pressi della sua abitazione, sita lungo la Pontina, all’altezza di Borgo Piave. L’uomo ha chiesto aiuto riferendo che nel suo giardino si erano introdotti quattro individui malintenzionati armati di bastone e di una bottiglia di vetro che lo avevano minacciato. Quando gli agenti sono arrivati sul posto il gruppo si era dileguato, ma sono riusciti a fermare due componenti ancora in zona in atteggiamento sospetto. Uno dei due, quello con la bottiglia, è risultato essere l’ex convivente della donna, presente ai fatti appena accaduti.

in evidente stato di agitazione e paura indicava uno dei due soggetti fermati, suo ex compagno, il quale da mesi le rendeva la vita impossibile con minacce di morte e atti persecutori. La donna riferiva di essere stata più volte picchiata dal suo ex allorquando conviveva con lui , pertanto aveva deciso alcuni mesi fa di interrompere la loro relazione; ma la stessa riferiva che da quel momento subiva  minacce di morte e atti persecutori dallo stesso , condotta che l’aveva costretta a vivere in una costante inferiorità psicologica ed in un clima di paura, oltre ad aver dovuto più volte modificare le proprie abitudini di vita al fine di evitare di incontrarlo e di subire le ire del suo ex convivente.

La donna, 43enne, anche lei romena, in sede di denuncia ha riferito che le minacce di morte, le aggressioni e gli atti persecutori si protraevano già da tempo e che a causa dei continui soprusi posti in essere dall’uomo viveva in uno stato di soggezione e inferiorità psichica, manifestando timore e paura per la propria incolumità e per quella del proprio figlio.

Il Pm di turno ha disposto l’arresto per il reato di stalking e il 29enne è stato associato presso la casa circondariale di Latina.

LE VOSTRE OPINIONI

commenti