Latina, interrogazione di Fratelli d’Italia sullo stato di Al Karama

Il centro di accoglienza “Al Karama” di Latina al centro di un’interrogazione consiliare di Fratelli d’Italia.

Il testo, con il quale si chiede conto all’amministrazione comunale dello stato in cui versa il centro di via Monfalcone tra Borgo Montello e Borgo Bainsizza, è stato firmato dal senatore Nicola Calandrini, dal capogruppo Andrea Marchiella, e dai consiglieri Raimondo Tiero e Matilde Celentano.

“Al Karama è fonte di insicurezza per gli abitanti di Borgo Montello e Borgo Bainsizza, che lamentano spesso furti e invasioni da parte dei rom presenti nel centro di accoglienza – spiega il senatore Nicola Calandrini -. Su Al Karama dovevano essere messe in atto una serie di iniziative volte in particolare a censire gli occupanti e procedere con la scolarizzazione dei minori lì presenti. Di questi piani approvati dalla precedente amministrazione e da quella attuale, non si è saputo più nulla. Per questo chiediamo alla Giunta e agli assessori competenti di riferire in aula circa lo stato dei censimenti che dovevano essere compiuti e sul programma di scolarizzazione per i minori presenti. Vogliamo inoltre sapere se esiste un piano di prevenzione delle epidemie, e con quale frequenza il campo è oggetto di sopralluoghi delle forze dell’ordine”.

LE VOSTRE OPINIONI

commenti