Latina, un arresto per tentato omicidio. Coltellate al trans, le indagini

Un arresto per tentato omicidio oggi a Latina a seguito della brutale aggressione subita nella notte da un trans di 46 anni all’interno della propria abitazione di via Piave.

La Squadra Volante e la Squadra Mobile della Questura di Latina hanno fermato e sottoposto a fermo Toader C., 24enne romeno. Indagini lampo hanno portato all’identificazione dello stesso quale autore del delitto e al suo rintraccio.

Il giovane straniero, incensurato e regolare sul territorio nazionale, è stato bloccato nei pressi della stazione delle autolinee, mentre si trovava in compagnia di un connazionale risultato completamente estraneo ai fatti.

Vittima dell’aggressione un cittadino italiano, che ha subito diverse coltellate. Al momento si trova ricoverato al San Camillo di Roma. Era stato lui a chiedere aiuto, dopo aver ripreso conoscenza, quando l’aggressore era già fuggito via.

In base alla sua testimonianza, i fatti ricostruiti dagli investigatori della Questura di latina sarebbero andati nel seguente modo.

In nottata l’allarme al 113 lanciato dalla vittima, transessuale residente a Latina che riferiva di essere stato accoltellato da una persona a lui sconosciuta. Immediatamente partite le volanti e ambulanza all’indirizzo del 46enne.

Impressionante la scena apparsa al personale della Polizia di Stato e del servizio 118. Sull’uscio ferito giacente a terra, seminudo, con evidenti ferite da taglio, e in una pozza di sangue. Sangue anche sul balcone dove il 46enne avrebbe tentato di sfuggire ai fendenti.

L’aggressore, secondo quanto ricostruito dagli investigatori, si sarebbe recato nell’appartamento di via Piave con la scusa di consumare un rapporto sessuale con il 46enne. Invece, con un coltello da cucina, lo avrebbe attinto in più parti, alla schiena, al torace e sugli arti, tanto da fargli perdere i sensi. Il trans si riprenderà dopo poco e chiederà lui stesso aiuto alla Polizia. Affidato alle cure mediche sarà prima trasportato al pronto soccorso del Goretti e poi trasferito all’ospedale romano.

Sequestrato, ancora intriso di sangue, il coltello utilizzato per l’aggressione, rinvenuto lungo la via di fuga dal luogo del tentato omicidio. Nel corso della perquisizione domiciliare a carico dell’indagato rinvenuto un paio di jeans sporchi di sangue repertati e sottoposti ad analisi.

Il giovane fermato si trova ora nel carcere di Latina, a disposizione dell’autorità giudiziaria.

LE VOSTRE OPINIONI

commenti