Monte San Biagio, gatti randagi trovati morti: ipotesi avvelenamento

    Torna l’incubo dei gatti avvelenati a Monte san Biagio. Una donna ha trovato vicino la sua abitazione l’ennesimo animale randagio ormai senza vita. Indignata ha deciso però questa volta di avviare le pratiche per la denuncia di sospetti avvelenamenti.

    “Sto facendo il tutto a mie spese – ha spiegato in un post sui social – perché gli esami effettuati dagli istituti zooprofilattici hanno dei costi, non esagerati ma certamente importanti. Tutto questo nella speranza di sensibilizzare i cittadini di questo paese al rispetto della legge ma anche della vita di tutti. Se dovesse capitare ancora un caso simile a qualcuno di voi e ne aveste la possibilità, procedete anche voi a fare altrettanto…Un paese civilizzato si riconosce anche da questo”.

    Una dimostrazione di sensibilità e civiltà che è stata riconosciuta da tanti. E proprio tramite il social un’altra signora ha segnalato di aver seppellito, nello stesso comune, ben 5 gatti, di cui 3 ciccioli, tra dicembre e gennaio scorsi. Anche la sua ipotesi è stata quella di un avvelenamento.