Querele ai giornalisti, presidio di Stampa Romana davanti al Tribunale

Nuovo presidio dei giornalisti pontini domani, 20 maggio, alle 14 davanti al Tribunale di Latina. Si tratta di un’iniziativa sostenuta dall’Associazione Stampa Romana contro la deliberazione della giunta di Sperlonga per un incarico legale finalizzato a querelare i giornalisti che hanno scritto di un dossier dei carabinieri su presunti interessi della criminalità organizzata dietro l’iter di approvazione del piano integrato, al centro – quest’ultimo – della vicenda giudiziaria che vede coinvolto il sindaco Armando Cusani.

Domani, infatti, è prevista l’udienza a carico del primo cittadino Cusani, dell’ex tecnico comunale Antonio Faiola e del progettista Luca Conte, indagati per lottizzazione abusiva in merito alle vicende del piano integrato. Il giudice monocratico Maria Assunta Fosso dovrà decidere se accogliere la richiesta del pm Giuseppe Miliano di ammissione agli atti del processo del dossier redatto dai carabinieri di cui si sono occupate diverse testate giornalistiche e l’associazione Caponnetto.

Il dossier pubblicato dagli organi di stampa e dall’associazione antimafia è stato ritenuto dalla giunta del sindaco Cusani diffamatorio nei confronti del buon nome della cittadina di Sperlonga, dando così mandato ad un avvocato di adire le vie legali.

“Un’azione che impiega impropriamente denaro pubblico – precisa il sindacato dei giornalisti – e una intimidazione nei confronti dei giornalisti alla quale Stampa Romana vuole rispondere con un presidio in aula così come avvenuto per il processo per le minacce al collega Vittorio Buongiorno. Ci ritroveremo quindi domani, lunedì alle 14, davanti al Tribunale di Latina per ribadire, con la nostra presenza in aula, il diritto di svolgere con serenità e senza condizionamenti il nostro lavoro di cronisti”.

 

LE VOSTRE OPINIONI

commenti