Raggiunge l’ex convivente sotto casa con una pistola finta: arrestato

“Arrivate presto, il mio ex convivente è sotto casa con una pistola“: questa la richiesta al 113 di una donna che la scorsa notte, a Latina, ha chiamato terrorizzata la polizia. 

Immediatamente 2 equipaggi della squadra Volante, hanno raggiunto l’abitazione della signora. La donna ha così raccontato agli agenti che poche ore prima – verso le 23 – l’uomo l’aveva aggredita sotto casa impugnando l’arma, mentre era scesa per una passeggiata insieme con una amica. In quella circostanza era riuscita a divincolarsi dalla presa dell’uomo riuscendo a rifugiarsi in casa.

La donna ha poi denunciato di subire da tempo comportamenti ossessivi e persecutori, tali da indurla a separarsi: ciò aveva avuito i comportamenti del’ex convivente che l’aveva pedinarla e minacciata al punto da renderle la vita impossibile.

L’uomo è stato trovato all’interno della sua abitazione dove, al termine di una meticolosa perquisizione, è stata trovata anche l’arma che aveva utilizzato poche ore prima: si tratta di una fedele riproduzione di una pistola semiautomatica Beretta, calibro 9 che, agli occhi di una persona poco esperta, può apparire come un’arma autentica ed offensiva.

Già noto alle forze dell’ordine, è stato accompagnato presso gli uffici della Questura e arrestato per maltrattamenti in famiglia e stalking.

LE VOSTRE OPINIONI

commenti