Latina, svolta su via Massaro: pronta la delibera per la variante al Prg

Micol Ayuso

Arriverà presto in Consiglio comunale la deliberazione per il completamento della viabilità di via Massaro, in variante al Piano regolatore generale. Si tratta di un’opera ritenuta strategica per lo sviluppo della Marina di Latina, il cui progetto è stato redatto nel 2012.

Dopo un anno e cinque mesi di silenzio sull’atto necessario all’investimento programmato di 8.300.000 euro – cifra contenuta nel programma straordinario di intervento per la riqualificazione urbana e la sicurezza delle periferie “Latina anche città di mare” finanziato nel 2016 con un fondo della Presidenza del Consiglio dei ministri per un ammontare complessivo di 18 milioni di euro – la proposta di deliberazione redazza dal dirigente comunale Micol Ayuso, su indirizzo dell’assessore Emilio Ranieri, sarà illustrata il 29 gennaio in commissione Governo del territorio.

Un esame propedeutico alla discussione in Consiglio comunale. Convocati nella commissione presieduta dalla consigliera Celina Mattei oltre all’assessore ai Lavori pubblici Ranieri e alla dirigente comunale Ayuso anche i progettisti degli studi Net Engineering e Tecnoteam.

La proposta di deliberazione redatta ad agosto 2018 fu al centro di una querelle tra l’allora dirigente Annunziata Lanzillotta e la segretaria/direttore generale Rosa Iovinella che bocciò la bozza. La questione generò una impasse amministrativa: l’architetto Lanzillotta diffidò il segretario Iovinella a ritirare la nota di restituzione con la quale aveva bollato l’atto di proposta di delibera a sua firma “per eccessiva prolissità, appesantimento da continui rimandi della premessa fattuale”, invadendo secondo l’architetto “indebitamente la sua esclusiva competenza funzionale”. A fine novembre dello stesso anno il sindaco Damiano Coletta sollevò l’architetto Lanzillotta dal procedimento, affidato contestualmente all’architetto Ayuso.

La proposta deliberativa a firma di Ayuso risale al 29 novembre 2019, ma per l’esame della competente commissione occorrerà attendere mercoledì prossimo.

Considerato che l’intervento del completamento di via Massaro non risulta conforme alle previsioni urbanistiche di Prg e di Ppe, trattandosi di opera pubblica o di pubblica utilità in variante agli strumenti urbanistici generali comunali, è prevista per l’adozione il passaggio in Consiglio comunale.

L’opera, per la cui realizzazione sono previsti 905.000 euro soltanto per gli espropri, è sottoposta a Valutazione di impatto ambientale e sarà stralciata dal Piano campeggi al fine di evitare sovrapposizioni incoerenti. Con l’approvazione della delibera si provvederà alla conseguente riproposizione dell’istanza di verifica di assoggettabilità a Valutazione ambientale strategica.

L’area, oggetto del deliberato, sarà sottoposta a vincolo preordinato all’esproprio nel momento in cui diventerà efficace la variante; per quanto riguarda gli espropri infatti le parti interessate hanno presentato quattro osservazioni che il Comune ha già provveduto a controdedurre.

L’adozione della variante al Piano regolatore generale consente di realizzare l’opera pubblica considerata di particolare interesse pubblico, in quanto ha come obiettivo il miglioramento della viabilità comunale e delle condizioni di accessibilità e collegamento con il Lido di Latina, garantendo al contempo la promozione dell’attività turistica e residenziale, evitando l’affollamento sulla viabilità esistente.

Il prolungamento di via Massaro – per i lavori più consistenti, al netto d’Iva e spese tecniche, si prevede un costo di 4.080.000 euro – arriverà fino a via del Lido dove sono previste opere di mitigazione ambientale e una rotatoria.

La delibera sarà dotata della formula d’immediata eseguibilità, al fine di evitare le eventuali conseguenze negative che potrebbero derivare da un‘esecuzione per così dire tardiva, atteso che l’intero pacchetto “Latina città anche di mare” con il trascorrere del tempo potrebbe entrare in zona a rischio revoca finanziamento.

 

LE VOSTRE OPINIONI

commenti