Roccagorga per l’ambiente, arrivano gli alberi anti inquinamento

ROCCAGORGA – In arrivo a Roccagorga 160 alberi anti inquinamento che combatteranno le polveri sottili, grazie al finanziamento ottenuto dal Comune con il “Progetto Ossigeno”.

Gli arbusti saranno piantati in due diversi quartieri, presso la zona artigianale del paese ed il perimetro dell’isola ecologica.

“Nello specifico – dichiara il vice Sindaco di Roccagorga con delega all’ambiente, Mario Romanzi – il progetto presentato dal Comune di Roccagorga consiste nella piantumazione di 160 alberi ed arbusti che, si stima, in 30 anni porterà un abbattimento di CO2 pari a 300 tonnellate, grazie alla piantumazione di specie in grado di trattenere le polveri sottili. Le aree interessate sono la zona artigianale del paese e il perimetro dell’isola ecologica. La prima in quanto molto utilizzata come area per corsa libera sportiva, fitness, ciclismo amatoriale e camminate ed è inserita in un’area semi-pianeggiante completamente circondata da rilievi collinari e montani. La seconda, invece, è stata individuata sia per ragioni di decoro sia di tutela ambientale, trattandosi di un’area fragile a livello idrogeologico”.

Il programma nel suo ampio raggio, prevede il rimboschimento urbano e periurbano nel territorio della Regione Lazio, con la finalità di contrastare i cambiamenti climatici in atto. L’obiettivo è la piantumazione di sei milioni di nuovi alberi, uno per ogni abitante della regione.

“Il progetto Ossigeno – dichiara il Sindaco Nancy Piccaro – rappresenta un’ottima occasione di potenziamento e riqualificazione del verde e del paesaggio urbano e periurbano. Grazie infatti alle nuove piantumazioni previste intendiamo realizzare una fusione tra servizi ambientali e miglioramento della qualità della vita dei cittadini. A piantumazioni concluse si effettuerà una giornata inaugurale di promozione dell’iniziativa avviata dalla Regione con il progetto O2 e come Amministrazione intendiamo coinvolgere tutta la cittadinanza nella cura delle nuove piantumazioni. Un ringraziamento particolare va alla competente agronoma che ci ha seguito in questo progetto, la Dott.ssa Angela Ciotti. Si realizza così un importante obiettivo raggiunto da una Amministrazione a cui piace lavorare sodo – conclude – a riflettori spenti guardando solo al risultato e al bene della comunità”.

CONDIVIDI
Articolo precedenteAuto contro un pino, muore un giovane di Pontinia
Articolo successivoDiscarica di Borgo San Michele, residenti sul piede di guerra
Francesca Milani
Laureata in psicologia dello sviluppo e dell'educazione, con un master in organizzazione e sviluppo del capitale umano in ambito internazionale, da anni si occupa di comunicazione. Nel 2014 è referente di progetto presso l'ufficio stampa del Comune di Latina. Dal 2015 cura la promozione sportiva, manifestazioni, organizzazione eventi e ufficio stampa. Adora scrivere, specializzata nella gestione delle piattaforme digitali e social, sviluppa la sua creatività anche in ambito grafico.