Scritte offensive sui muri a Sabaudia, nuove accuse contro lo stalker: notificata altra misura cautelare

Altra ordinanza di custodia cautelare emessa nei confronti di Oreste B., il 48enne di Sabaudia finito il carcere lo scorso 4 maggio a seguito di una persecuzione messa in atto in danno di un vicino di casa, con scritte offensive sui muri. Delitti commessi in evasione dal suo domicilio, dove si trovava ristretto per via di reiterate violazioni ad obblighi della sorveglianza speciale di pubblica sicurezza a cui era sottoposto. Oggi i carabinieri danno notizia che a carico dell’uomo è stata emessa una ulteriore misura cautelare a seguito degli esiti di attività d’indagine sviluppate per il reato di evasione, ovvero condotte integranti fattispecie di reato di stalking, diffamazione e danneggiamento. Dunque, altre episodi persecutori contestati allo stesso indagato.

LE VOSTRE OPINIONI

commenti