Sicurezza nelle scuole pontine, la priorità di Cardillo Cupo

Pasquale Cardillo Cupo
Sicurezza nelle scuole e sulle strade della provincia di Latina. Pasquale Cardillo Cupo, consigliere comunale formiano di Fratelli d’Italia e consigliere provinciale, nominato da pochi giorni presidente della commissione Lavori pubblici in seno all’ente di via Costa, pone al centro dell’agenda le due tematiche, partendo dalla prima a garanzia della sicurezza nei luoghi di formazione dei cittadini del domani.
Il consigliere provinciale, consapevole della scarsità delle risorse destinate all’edilizia scolastica e all’implementazione del sistema di protezione e prevenzione nelle scuole, “largamente insufficienti per portare a una bonifica della situazione dell’edilizia scolastica”, affronta il tema partendo dalle priorità.
“E’ inevitabile partire dall’individuazione delle priorità – afferma – sulla base delle emergenze e di una accurata mappatura dello stato degli edifici, anche in considerazione alle particolari situazioni idrogeologiche e sismiche del nostro territorio, nonché agli edifici in prossimità di fonti di inquinamento. La salute resta al primo posto nel nostro programma e calendario personale di interventi, data la tutela dell’integrità psico-fisica dell’alunno e vigilando anche sui soggetti a cui è demandato il compito di garantire la sicurezza. Capita però spesso che il tema della sicurezza sia sottovalutato e che riappaia prepotentemente qualora si verifichi un infortunio o un crollo all’interno di una scuola, per questo la manutenzione preventiva resta una necessità e il primo punto da affrontare nell’immediato”.
“La scuola inoltre – dice Cardilllo Cupo – può dare anche un proprio contributo alla formazione nella coscienza delle giovani generazioni di quella cultura della sicurezza indispensabile per una società civile. Non solo, vorrei anche ribadire un altro concetto, che spesso si sottovaluta: quando si parla di sicurezza nelle scuole non ci si riferisce soltanto alla salute degli studenti, ma anche a chi opera all’interno come lavoratore, sia come dirigente amministrativo, corpo scolastico e personale assistente”.

LE VOSTRE OPINIONI

commenti