Surf casting: tutto pronto per i campionati del mondo under 16 e under 21

L’attesa è terminata, domenica si è tenuta a Sabaudia l’inaugurazione del campionato del mondo di surf casting delle categorie under 16 e under 21. Il corteo, composto dalle 15 formazioni delle otto nazionali impegnate nella rassegna (Italia, Spagna, Portogallo, Francia, Croazia, Inghilterra, Olanda e Irlanda), è partito da corso Emanuele II alle 16.

Le varie delegazioni sono state precedute dalle majorettes “White Flower” di Pontinia e dagli sbandieratori “Leone Rampante” di Cori. Lo spettacolo è culminato in piazza del comune con l’esibizione di due gruppi e con gli interventi sul palco del sindaco Giada Gervasi, del presidente del “Comitato World Fishing Championship – Latina2019”, David Girardi, e di altri addetti ai lavori nell’ambito del surf casting.

Il mondiale è stato aperto ufficialmente dal presidente del settore pesca di superficie della Fipsas Maurizio Natucci, e il presidente della Federazione internazionale pesca sportiva in mare il lussemburghese Gilbert Zangerlè. Subito dopo hanno sfilato le varie delegazioni, introdotte dai relativi inni, e hanno chiuso la passerella gli attesissimi atleti azzurri, con in prima fila i pontini Alessandro Libanori, Simone Ibba, Gianpaolo Solazzi, Mattia Furfaro e Andrea Foggia. Tutto ciò è stato arricchito poi dall’esecuzione dell’inno di Mameli a cura della nota cantante lirica Veronica Mancini.

Il campionato del mondo si svolgerà su tre distinti campi gara a: Sabaudia, Latina e Terracina. Il primo sarà esteso su circa sei chilometri, il secondo su oltre otto chilometri e il terzo su 4 chilometri e 700 metri. Nei campi di gara ogni nazionale disporrà di un proprio settore, all’interno del quale si posizioneranno cinque atleti distanziati 20 metri l’uno dall’altro.

Inoltre ogni giorno avranno a disposizione quattro ore per raccogliere un pescato da valutare sul momento in base a un’apposita tabella, con valori attribuiti secondo la lunghezza e la specie del pesce.

Si inizia oggi, lunedì 14, con una prova generale non competitiva, programmata a Sabaudia dalle 10 alle 14, in uno spazio compreso tra Caterattino e Torre Paola. Le gare vere e proprie si terranno dal giorno successivo, secondo questi orari: martedì 15 dalle 14 alle 18, mercoledì 16 e giovedì 17 nella stessa fascia oraria, venerdì 18 dalle 8 alle 12.

Per i verdetti finali sarà decisiva la giornata del 18 ottobre in cui dopo la gara, infatti, un’apposita giuria si riunirà per raccogliere tutti i risultati e stilare le classifiche definitive, relative alla competizione a squadre e all’individuale nelle due categorie. Venerdì stesso, alle 19, le delegazioni saranno protagoniste della cerimonia di premiazione, seguita da una cena di gala. La location scelta dal comitato è “Villa Cavalier”, sontuosa struttura per grandi eventi situata sulla Migliara 54, a Borgo Vodice. Grazie ai contributi social sempre aggiornati, il pubblico potrà conoscere le esatte collocazioni dei campi gara per assistere alle competizioni.

Questo campionato del mondo che si svolgerà in terra pontina ha come scopo quello di promuovere la tutela dell’ambiente, uno degli obbiettivi principali della Fipsas (Federazione italiana pesca sportiva attività subacquee e nuoto pinnato). Non a casa infatti un punto fermo del surf casting è il sistema del “catch and release”, consistente nel rilascio immediato in mare del pescato, con l’obiettivo di avere il minor impatto ambientale possibile. Di questi argomenti, ma anche di aspetti climatici e di iniziative plastic free si parlerà in due incontri con le scolaresche programmati nelle mattine di mercoledì 15 e giovedì 16. Saranno delle interessanti lezioni rivolte ai ragazzi delle seconde medie dell’istituto omnicomprensivo “Giulio Cesare”, in via conte verde. Gli alunni potranno apprendere tante curiosità legate al mondo della pesca sportiva dal tecnico azzurro, noto anche per la sua attività di giornalista specializzato in questo settore.

LE VOSTRE OPINIONI

commenti