Terracina, termosifoni spenti alla scuola Bragazzi: mamme in protesta

La scuola "Don Adriano Bragazzi" di Terracina

Mamme in protesta questa mattina davanti alla scuola elementare Bragazzi di Terracina. I termosifoni sono spenti da giorni e le aule sono gelate: nelle classi pochi bambini… con addosso cappotti, sciarpe, guanti e berretti; imbacuccati anche docenti e bidelli. Cosa succede?

“Succede che la scuola ormai è inagibile”, spiega un genitore assiepato all’esterno del plesso insieme agli altri in attesa di parlare con la dirigente scolastica che non arriverà. La scuola Bragazzi appartiene all’istituto comprensivo Montessori.

“La caldaia è spenta, pare che si sia rotto un pezzo molto costoso ma dal Comune non arriva la soluzione. Oggi hanno chiamato i tecnici dell’Italgas che stanno sostituendo il contatore, ma ci hanno già detto che il blocco della caldaia è un altro problema” afferma una mamma, aggiungendo che oggi alcuni genitori oggi hanno deciso di non mandare i bambini a scuola.

“La campanella d’ingresso è suonata da tempo, ma anche altri bambini non sono entrati. Stanno qui con noi”, ha detto una madre particolarmente arrabbiata per la situazione che si è venuta a creare.

Situazione annunciata… “Sono tre anni che questa caldaia ha problemi – spiega una rappresentante dei genitori -, consapevoli di ciò all’inizio di questo anno scolastico abbiamo chiesto al Comune e alla scuola di provvedere per tempo prima di affrontare l’inverno. Ma niente. Il 15 novembre la caldaia non si è accesa. Si è andati avanti a tentativi, ma dopo le vacanze di Natale non c’è stato un solo giorno di tepore all’interno del plesso. L’insegnante di ginnastica si è rifiutata di fare lezione in palestra per il troppo freddo. In queste condizioni si deve prendere atto che gli ambienti sono inagibili e ordinare la chiusura della scuola. Forse solo così il Comune prenderà in seria considerazione il problema”.

 

LE VOSTRE OPINIONI

commenti