Topi a scuola, la Goldoni in trappola. Nas e riunioni, ecco cos’è accaduto

Operaio al lavoro alla Goldoni durante uno degli interventi di derattizzazione

Ventitré interventi di disinfestazione e derattizzazione da settembre ad oggi. Questo il dato fornito dal Comune ai genitori dei bambini che frequentano la scuola Goldoni di Latina dove oggi sono intervenuti i carabinieri del Nas.

Nel mentre i genitori attendono di capire se, come preannunciato dalla direzione scolastica, le lezioni riprenderanno regolarmente lunedì 25 novembre o se sarà necessaria un’ulteriore sospensione dell’attività didattica, con provvedimento del sindaco, alla luce delle carenze igieniche riscontrate oggi, emergono dettagli sull’accaduto odierno.

Tensione alle stelle nel plesso di via Sezze, appartenente all’istituto comprensivo Giuseppe Giuliano. Alla riunione Scuola-Comune la rappresentanza dei genitori ha dovuto protestare per poter essere presente, proprio mentre era in corso il sopralluogo del Nas.

Alle 11.30 è stata diramata una circolare rivolta ai genitori dei bambini della scuola d’infanzia Sezze bis, ovvero delle sezioni che si trovano nel plesso della scuola primaria Goldoni di via Sezze: “Si comunica che, per causa di improvvisa inagibilità dei servizi igienici, il servizio mensa per oggi è sospeso. Si prega quindi di venire a scuola a riprendere i propri figli al più presto, entro le ore 13”.

L’inagibilità dei servizi igienici sarebbe stata determinata dalla presenza di escrementi di topi nei bagni dei piani superiori del plesso Goldoni, per cui sono stati immediatamente chiusi. E se i bagni sono chiusi, si chiude anche la scuola.

Ma la successiva comunicazione della direzione scolastica, rivolta questa volta ai genitori della scuola primaria Goldoni e della scuola dell’infanzia Sezze bis, ovvero le sezioni che alloggiano nello stesso plesso della materna, sembra voler tranquillizzare: la sospensione dell’attività scolastiche ed extrascolastiche, “a seguito del sopralluogo del Nas e relativo verbale, vengono sospese – si legge – per la data odierna”. Nella comunicazione si aggiunge che le lezioni riprenderanno regolarmente lunedì 25 novembre, salvo eventuali aggiornamenti.

Quella di oggi è stata la seconda visita del Nas nella scuola di via Sezze, da settembre. Questa mattina sono state effettuate le verifiche in tutti e tre i plessi ed è stata evidenziata la necessità di chiusura della scuola Goldoni (primaria e sezioni dell’infanzia), si apprende da indiscrezioni, non essendo state riscontrate anomalie nell’altra sede dell’infanzia e delle medie.

Al vaglio un problema generalizzato di pulizia scuola da parte di ditta esterna e il malfunzionamento di una pompa d’acqua nei sotterranei, segnalato da tempo.

——————————————————————————-

La notizia del Nas a suola si è subito diffusa in città non appena i genitori chiamati dalla dirigenza scolastica sono andati a riprendersi i figli a scuola in anticipo rispetto all’orario programmato. Immediati gli interventi da parte dei politici.

“A prescindere dalle belle parole di rito – afferma il portavoce di Fratelli d’Italia Gianluca Di Cocco -, continuano le emergenze per la presenza di ratti all’interno della scuola di via Sezze. Alle proteste e denunce già fatte più volte dei genitori, preoccupati per le condizioni igienico-sanitarie delle scuole, si aggiunge la stanchezza e disagi per la perdita di giorni di lezione. Si chiede al sindaco, come ‘responsabile della salute della popolazione’, di intervenire urgentemente per ripristinare le condizioni igienico sanitarie all’interno dell’edificio scolastico e delle vie adiacenti, visto che, fino ad oggi il Comune evidentemente ha deciso di risparmiare su questo”.

Non meno tenera la reazione della consigliera comunale e provinciale di Forza Italia Giovanna Miele: “Ancora una volta sono stati trovati topi nella scuola di via Sezze… E’ una situazione mai vista quella che si sta verificando alla Goldoni. E’ la dimostrazione dell’assenza di capacità da parte dell’amministrazione comunale di fare manutenzione, di fare prevenzione ma anche di risolvere i problemi che di volta in volta si vengono a presentare. Sono sconcertata da quanto accade perché raramente ho visto cose del genere. Tra l’altro mi segnalano che in un’altra struttura in questi giorni è caduto il controsoffitto nella sala mensa dove mangiano i bambini. Per non menzionare tutte le problematiche relative ad altri plessi del Comune che versano in altrettante situazioni di degrado, le quali vengono affrontate in emergenza o riaffrontate nonostante già oggetto di lavori precedenti ma evidentemente non risolutivi”.

“L’amministrazione comunale – attacca Miele – deve spiegare cosa è andato storto, deve dare risposte ai genitori ma anche agli operatori scolastici che sono alle prese con una situazione senza precedenti. Senza dubbio chiederò insieme ai colleghi dell’opposizione la convocazione di una commissione Trasparenza affinché sia fatta piena luce sugli interventi che sono stati fatti in questi giorni e sul piano di manutenzione ordinaria e straordinaria del Comune per le scuole. Gli interventi di disinfestazione di questi giorni sono stati inefficaci. Non si poteva agire in altro modo? Non si può restare inermi in questa maniera”.

Qui l’aggiornamento: il sindaco ordina la chiusura

 

 

 

 

LE VOSTRE OPINIONI

commenti