Tribunale di Latina, dal 1 luglio si riprende a pieno ritmo

    incarichi
    Il Tribunale di Latina

    Il tribunale di Latina dal 1 luglio prossimo riprenderà a lavorare a pieno ritmo. Il calendario delle udienze sarà quindi quello ordinario. Sarà comunque necessario evitare assembramenti. Per questo il presidente della sezione Penale, Gian Luca Soana, ha disposto che ciascun presidente di collegio o giudice monocratico dovrà valutare nei giorni precedenti all’udienza, nel caso in cui ci sia il rischio che partecipino troppe persone, se continuare a tenerla a porte chiuse o se rinviarla.

    E’ necessario comunque predisporre un calendario delle udienze durante la giornata con orari di chiamata di ciascun processo, da affiggere fuori dall’aula.

    Sempre dal 1 luglio gli avvocati avranno di nuovo libero accesso alle cancellerie, secondo gli orari stabiliti. Non sarà più necessario quindi prenotare un appuntamento. In questo contesto, come richiesto dal commissario straordinario dell’Ordine degli avvocati, Mignano, che aveva evidenziato un cattivo funzionamento del sistema di invio tramite posta certificata, le liste testi e le istanze torneranno ad essere depositate presso le cancellerie. Dallo stesso giorno non sarà più necessaria la comunicazione al Consiglio dell’Ordine e alla Procura della lista dei processi e degli adempimenti.

    Si torna alla (quasi) normalità quindi dopo che il lockdown per il coronavirus aveva praticamente bloccato la giustizia a Latina come in tutte le altre città d’Italia con una ripresa più lenta rispetto ad altri settori, come più volte lamentato dagli avvocati. Una categoria che come tante altre ha sofferto molto della chiusura per l’emergenza sanitaria e che ora cercherà di rimettere insieme i pezzi.

    Resta da capire come potranno essere recuperate tutte le udienze saltate in questo periodo considerando il gran numero di arretrati, problema già ampiamente presente nel palazzo di giustizia di piazza Bruno Buozzi.