Omicidio di Fondi, arrestato a Napoli il nipote di Zuena. E’ lui il presunto assassino

240
L'abitazione di via Madonna delle Grazie in cui è avvenuto l'omicidio

E’ stato arrestato a Napoli questa mattina il presunto assassino di Vincenzo Zuena, il 79enne ucciso a coltellate nella sua abitazione di Fondi. Si tratta di Antonio Frangione, 34enne nativo di Terracina ma residente a Itri, che nell’immediatezza del delitto si era allontanato dalla zona nella speranza di farla franca. Gli investigatori della Polizia di Stato, coordinati dal pm Cristina Pigozzo, già nelle prime ore dopo l’omicidio lo avevano individuato quale presunto responsabile. In base alle indagini svolte attraverso l’acquisizione di testimonianze e accertamenti tecnici, il 34enne, nipote di secondo grado della vittima, già noto alle forze dell’ordine e recentemente arrestato per un furto di rame, aveva contratto un piccolo debito con la famiglia Zuena. Probabilmente il pomeriggio del 14 marzo Vincenzo Zuena aveva chiesto al nipote, con problemi di tossicodipendenza, la restituzione della somma. Ne sarebbe nato un diverbio finito a coltellate. Gli inquirenti sin da subito hanno orientato le indagini su qualcuno che la vittima conosceva bene, tanto da aprirgli la porta in pantofole e farlo entrare in casa nella massima tranquillità. I dettagli sull’arresto del 34enne saranno resi noti nella tarda mattinata di oggi nel corso di una conferenza stampa. Ieri si è svolto l’esame autoptico sul corpo del 79enne., oggi a Sperlonga i funerali.

Qui gli aggiornamenti

LE VOSTRE OPINIONI

commenti