Terracina, ponte sul Sisto a rischio crollo: urgentissimo l’abbattimento. Alt alle imbarcazioni, possibile il transito a fasce orarie

Il ponte sul fiume Sisto va demolito perché rischia di cadere da un momento all’altro, mettendo in pericolo la pubblica incolumità. Oggi in Prefettura, nel corso di un incontro tecnico al quale hanno partecipato anche la Provincia di Latina e il Comune di Terracina, è stata ribadita la precarietà della struttura in tutta la sua gravità che comporta la necessità di interdire la navigazione del Sisto per consentire l’abbattimento del manufatto.

Si tratta di un’operazione che non potrà essere posticipata al termine della stagione estiva proprio per il pericolo imminente di crollo. Una circostanza che lascia l’amaro in bocca, per la coincidenza dell’evento con il pieno fervore delle attività diportistiche. Ma tant’è, e gli enti competenti per la navigazione interna del corso d’acqua potrebbero emettere già nelle prossime ore l’ordinanza di divieto di navigazione. Non è ben chiaro se a prendere l’iniziativa sarà il Comune o la Regione. Si attende un provvedimento urgente.

In base al cronoprogramma dei lavori di demolizione, l’interdizione totale alla navigazione sarebbe necessaria nei primi cinque giorni, poi fino al termine dell’abbattimento previsto entro 21 giorni complessivi, con orari di lavoro ininterrotti 24 ore su 24, potrà essere autorizzato il transito delle imbarcazioni durante tre fasce orarie giornaliere, ovvero dalle 8 alle 10, dalle 12 alle 14 e dalle 16 alle 18. I lavori relativi alla demolizione saranno sospesi a Ferragosto (altra giornata di navigazione, se la ditta incaricata lo consentirà).

All’abbattimento del ponte seguirà contestualmente l’immediata realizzazione di un passaggio pedonale. L’infrastruttura viaria, invece, sarà ricostruita non appena la Regione Lazio metterà a disposizione un contributo aggiuntivo ai fondi della Provincia, titolare della strada che collega San Felice Circeo a Terracina.

 

LE VOSTRE OPINIONI

commenti