I film più belli sul settore casinò

Il mondo dei casinò esercita un fascino quasi magnetico su chi vi entra a contatto. Che si sia o meno appassionati di gioco d’azzardo, l’universo delle grandi sale da gioco è in grado di stimolare la fantasia del grande pubblico, inevitabilmente attratto dallo scintillio delle luci, dai suoni, dai vestiti eleganti che contraddistinguono questi luoghi dedicati al divertimento.

Non a caso, questa affascinante dimensione, ha ispirato una moltitudine di film, dando vita a un vero e proprio genere. Una delle produzioni hollywoodiane più celebri in assoluto è “Casinò”, film del 1995, diretto da Martin Scorsese che può contare su un cast stellare composto da attori come Robert De Niro, Sharon Stone e Joe Pesci, e racconta le gesta di Sam Rothstein, l’allibratore preferito del boss di Kansas City, che viene nominato direttore di un Casinò a Las Vegas, raccontando luci e ombre della “città del peccato”.

Altro film che ha reso celebre il mondo del gioco d’azzardo è “21”, per la regia di Robert Luketic, liberamente ispirato alle vicende del MIT Blackjack Team, ovvero quel gruppo di studenti del Massachusetts Institute of Technology, che tra il 1980 ed il 1990 riuscì a sbancare numerosi casinò nordamericani ricorrendo al conteggio delle carte nel blackjack, uno dei giochi pià amati nei casinò di tutto il mondo, prima di essere scoperto.

Quando si parla di casinò, inoltre, è impossibile non menzionare la Trilogia Ocean’s che ha portato le più grandi sale da gioco di Las Vegas agli occhi del pubblico mainstream: tre film (“Ocean’s Eleven”, “Ocean’s Twelve” e “Ocean’s Thirteen”), diretti da Steven Soderbergh e aventi per protagonista il brillante George Clooney nei panni del truffatore Danny Ocean, che assieme ad una banda di specialisti (composta da un cast che annovera appena Brad Pitt, Matt Damon, Bernie Mac e Julia Roberts), pianifica e mette in atto un furto ai tre più importanti casinò di Las Vegas (il Bellagio, il Mirage e l’MGM Grand), tutti appartenenti al milionario Terry Benedict, impersonato da Andy Garcia.

Se vi piace il genere, vale anche la pena guardare “The Gambler”, produzione del 2014 per la regia di Rupert Wyatt, che ha per protagonista Mark Whalberg nei panni di Jim Bennett, un professore universitario, frustrato, scontento del suo lavoro che nasconde una dipendenza dal gioco d’azzardo. Durante una sola notte, rimasto a corto di denaro, Jim si indebita con un altro giocatore e malavitoso, Neville, di sessantamila dollari, i quali si aggiungono ai duecentomila che già doveva al proprietario del circolo. Da quel momento in poi ha a disposizione solo sette giorni per saldare i debiti e trovare il modo di chiudere definitivamente con quella vita. Infine un film meno famoso rispetto a quelli precedentemente menzionati è “Missisipi Grind” che racconta la storia di Curtis e Gerry, due giocatori d’azzardo che s’incontrano per caso in un casinò dell’Iowa, diventano amici e iniziano un viaggio che li porterà a frequentare casinò, ippodromi e cinodromi.

Guardando questi film, la voglia di vedere con i propri occhi e provare la magia dei casinò potrebbe essere forte, ma per chi non avesse la possibilità di recarsi fisicamente in una delle tante celebri sale da gioco sparse per tutto il mondo, esistono i casinò online che consentono di provare le stesse esperienze di gioco stando comodamente seduti nel salone di casa propria.