Incendio Loas, vertice in prefettura con la Asl

Piazza della Libertà a Latina
Il prefetto Maurizio Falco

Oggi il prefetto Maurizio Falco ha incontrato la Asl per fare il punto sulla Loas Italia di Aprilia, andata parzialmente distrutta nell’incendio del 9 agosto scorso e che poi ha continuato a bruciare per oltre otto giorni.

“A seguito della richiesta di incontro avanzata da alcuni cittadini interessati dalla vicenda relativa alla Loas Italia Srl, il prefetto Maurizio Falco nella mattinata odierna ha incontrato la Asl per un aggiornamento della situazione relativa all’incendio che ha interessato l’azienda. Dopo ampia e approfondita discussione, supportata dai risultati dei campionamenti effettuati nei giorni scorsi dall’Arpa Lazio – si legge in una nota – il Prefetto ha preso atto con soddisfazione del trend di decrescita dei valori di sostanze inquinanti nell’aria, che mostrano un graduale ritorno a valori di normalità.

Incendio Loas (ripresa dall’alto di Art of Flight)

Tuttavia, si rimane in attesa di conoscere gli esiti degli ultimi due valori relativi alla qualità dell’aria, che, se positivi anch’essi, come si presume, porterebbero, di seguito alle valutazioni effettuate dall’ASL, ad una modifica dell’attuale ordinanza contingibile ed urgente, con impatto sui comportamenti quotidiani dei cittadini interessati. Il tutto con la conseguente ripresa delle attività economiche e commerciali ricadenti nel primo raggio di 2 Km indicato nell’ordinanza”.

“Nei prossimi giorni proseguirà – aggiunge la nota – l’attività di monitoraggio dell’Asl e dell’Arpa, anche per quanto riguarda le analisi relative alla qualità delle acque e dei prodotti vegetali, che richiedono una maggiore tempistica di controllo e di valutazione. A chiusura dell’incontro il Prefetto ha ringraziato la Asl per la tempestiva collaborazione e per la costante presenza sul territorio provinciale a tutela della salute della collettività, anche in un periodo di grande impegno legato all’emergenza Covid in questa Provincia”.