Norma, morto l’uomo che incendiò la casa della figlia restando ustionato

Norma
Un angolo della località La Porticina a Norma

Non ce l’ha fatta l’uomo che, il 6 giugno scorso, aveva dato fuoco all’abitazione della figlia, in località Porticina, A Norma. Giuseppe B. è morto all’ospedale Sant’Eugenio, di Roma, nel reparto grandi ustionati.

La piccola abitazione era stata data dalla donna alla madre, dopo la separazione con l’82enne, per permetterle di tornare in paese, doveva viveva. La donna la stava mettendo a posto, ristrutturando, quando il marito l’avrebbe incendiata. Per errore, però, è rimasto coinvolto nel rogo.

Immediati erano scattati i soccorsi, ma le ustioni di terzo grado avevano interessato una parte estesa del corpo. L’82enne, originario di Sermoneta, si è spento così, dieci giorni dopo l’incidente. L’abitazione è ancora sotto sequestro.

LE VOSTRE OPINIONI

commenti