Facoltà di Economia, Battaglia: “La sfida preparare i ragazzi al futuro”

facoltà di economia
Il professore Massimo Battaglia

Un’università sempre più al passo con i tempi, calata nel contesto economico e sociale in cui vive e proiettata verso un’offerta formativa all’insegna dell’eccellenza. Questi e molti altri sono gli obbiettivi che la facoltà di Economia del polo pontino dell’università “La Sapienza” di Latina si pone.

In questo contesto prende il via il nuovo corso di laurea magistrale. Articolato in due curricula “Economia per l’impresa e le professioni” ed “Economia digitale dell’innovazione” il corso vuole fornire agli studenti tutti gli strumenti e le conoscenze per affrontare il mondo del lavoro.

“L’innovazione rappresenta un elemento guida per le imprese e per l’aumento della competitività. Quando si parla di innovazione si parla di due temi fondamentali – spiega il professor Massimo Battaglia, docente in Management – il primo è quello della digitalizzazione e quindi della capacità da parte delle aziende di gestire una moltitudine sempre più ampia di informazioni e di renderle funzionali alle loro esigenze di mercato. Il secondo è quello della sostenibilità. Quando si parla di innovazione si parla di innovazione sostenibile che è strettamente connessa con la digitalizzazione per i vantaggi che può portare in termini di riduzione dei costi relativi ai processi, per esempio per l’acquisizione delle risorse energetiche e naturali”.

Creare prodotti che abbiano la maggiore durabilità possibile nel tempo rappresenta, oggi più che mai, uno degli elementi su cui le imprese possono aumentare la loro credibilità e forza rispetto ai competitor.

“Dobbiamo ragionare in termini di elementi innovativi che creino un vantaggio rispetto agli altri sistemi produttivi e agli altri Paesi. In questo contesto il sistema universitario si sta adeguando a questa nuova logica. L’idea che sta alla base dei nuovi corsi di laurea magistrale, ma anche il rinnovamento nella parte triennale a Latina, va in questa direzione. Intercettare – continua Battaglia – le nuove esigenze delle imprese e creare le condizioni per una nuova imprenditorialità per gli studenti che escono dall’intero ciclo degli studi è la sfida che abbiamo accettato e che intendiamo vincere”.

Opportunità, crescita e formazione per diventare i fautori dello sviluppo di domani.

“Stiamo cercando di adeguare e rendere sempre più specifici i nostri corsi per fare in modo di creare profili professionali in grado realmente di rappresentare un valore aggiunto per le aziende ma anche per sostenere il processo di auto imprenditorialità che – conclude Battaglia – possa innestarsi con successo in quello spazio del mercato per la nascita di aziende che possono rendere servizi ad elevata qualità e di supporto alle imprese di maggiori dimensioni”.

LE VOSTRE OPINIONI

commenti