Pace e memoria storica, i premi Lions agli studenti più meritevoli

Vanda Bellini

Sarà un incontro ricco di contenuti quello dedicato agli studenti di diverse scuole della provincia, organizzato a Latina dal Lions Club Sabaudia-San Felice Circeo Host. 

Memoria storica, lingua e pace al centro dei temi che il club ha voluto sottoporre quest’anno ai giovani pontini nell’ambito di due service che saranno presentati sabato mattina, a partire dalle 11, presso il Circolo Cittadino.

Il primo riguarda il Concorso Premio alle Scuole, da quest’anno intitolato alla memoria dell’onorevole Stefano Zappalà, fondatore del club, scomparso lo scorso anno.

Il secondo è relativo all’ormai storico concorso internazionale “Un poster per la Pace”, indetto da Lions International ed organizzato dai club di tutto il mondo per offrire la possibilità ai giovani di esprimere attraverso l’arte e la creatività il loro pensiero a tema.

Alla cerimonia di premiazione – 1° giugno 2019 -, interverranno, oltre alla presidente del club Vanda Bellini, i componenti del Comitato scuola dello stesso club e ovviamente i ragazzi che riceveranno i premi, con i loro insegnanti e genitori.

Nell’ambito del Premio alle Scuole Stefano Zappalà sono state individuate due categorie: terze medie e quarte superiori.

Per le terze medie si è scelto di focalizzare l’attenzione sulla memoria storica rappresentata dagli anziani.

Questa la traccia: “Questa nostra ‘società dei consumi’ si è assuefatta al mito della ‘giovinezza eterna’, raccontando la vecchiaia come una malattia: il giovane corre veloce, ma l’anziano conosce la strada! Gli anziani, al contrario, sono una grande ricchezza da proteggere per le loro conoscenze, la loro esperienza e la loro saggezza; sono un patrimonio per i giovani che oggi più che mai hanno bisogno di maestri di vita.

Il candidato analizzando quanto sopra affermato enunci il suo pensiero circa la possibilità attuale di un percorso intergenerazionale”.

I vincitori riceveranno un premio in denaro di 250, 150 e 100 euro. Sul podio oltre al vincitore, tre studenti al secondo posto e cinque al terzo. I giovani provengono dalle scuole degli istituti comprensivi “Leonardo da Vinci” di San Felice Circeo, “Leone Caetani” di Cisterna, “Don Andrea Santoro” di Prossedi-Priverno, “Falcone-Borsellino” di Borgo Faiti e “Frezzotti-Corradini” di Latina.

Per le quarte superiori è stata posta all’attenzione dei partecipanti al concorso la lingua, tra i patrimoni fondamentali di ogni nazione.

Di seguito la traccia: “Tra le ricchezze di una nazione vi è anche la lingua, quel complesso di convenzioni e di termini necessari per la comunicazione, così particolari e caratteristici da essere definiti più propriamente “idiomi”, consacrati da storie millenarie.

Storia antica e complessa più di altre è quella dell’Italia, benevola e prodiga di successi che hanno dato alla nostra patria fama e vanto universali. La storia della nostra nazione, oltre a scoperte e tesori di inestimabile valore, ci ha regalato la bella lingua italiana, di antiche e nobilissime origini. Nell’epoca attuale, forse più che in altre fasi del passato, la nostra lingua sta subendo influenze esterne che ne stanno cambiando rapidamente convenzioni fonetiche e morfologiche e strutture sintattiche e lessicali.

Si analizzi attentamente questa tematica di non secondaria importanza, giudicando se tali cambiamenti siano da considerarsi naturale ed inevitabile evoluzione linguistica oppure dannose contaminazioni che vanno arginate.”

Il premio riservato a questa categoria consiste nella possibilità di essere ospitati presso una famiglia Lions in ambito europeo o extra-europeo, con costo del biglietto a carico del club Sabaudia-San Felice Circeo Host.

Il club ha ritenuto meritevoli due elaborati, quello di una studentessa del liceo scientifico G.B. Grassi di Latina e quello di una alunna del liceo Artistico Statale di Latina e il Distretto Lions è già riuscito ad assegnare i soggiorni in due famiglie europee, pertanto le vincitrici si recheranno in Spagna e in Svezia.

Per quanto riguarda il “Poster per la Pace”, con l’obiettivo di diffondere e rafforzare la cultura della pace, è rivolto agli scolari di età compresa tra gli 11 e i 13 anni, quindi frequentanti le scuole medie. Il titolo 2018-2019 sottoposto ai ragazzi è stato “La solidarietà è importante”.

Gli elaborati, pervenuti dagli istituti comprensivi “Leonardo da Vinci” di San Felice Circeo, “Don Andrea Santoro” di Priverno-Prossedi, e Falcone Borsellino di Borgo Faiti di Latina, sono stati valutati da un’apposita commissione. Risultati meritevoli 16 giovani alunni che riceveranno un riconoscimento per il loro lavoro.

LE VOSTRE OPINIONI

commenti