Mare sicuro, a Latina tornano i baywatch: indetta la procedura di gara

414

Il Comune di Latina ha stanziato circa 90mila euro per l’espletamento dei servizi balneari indispensabili per la tutela della salute e dell’incolumità pubblica sulle spiagge libere da Foce Verde a Rio Martino per l’estate 2016.

Accanto al prevedibile smantellamento degli stabilimenti balneari, in forza della dichiarata decadenza di nove concessioni in violazione al Piano di utilizzazione degli arenili e di altrettante informative di reato per occupazione abusiva del pubblico demanio marittimo (è di sabato 12 marzo la notizia del sequestro di un lido), e alla installazione di otto chioschi sulle aree demaniali messe a bando tra Capoportiere e Rio Martino, sugli arenili di Latina saranno attivate otto postazioni per il salvataggio dei bagnanti.

Il servizio avrà inizio, secondo la procedura di gara attivata con determinazione numero 337 del Servizio politiche di gestione e assetto del territorio e relativo capitolato, l’11 giugno e terminerà il 15 settembre. Per ogni postazione, di avvistamento a terra con tanto di bandiera di segnalazione, sedia da regista e ombrellone, dovrà essere garantita la presenza di un bagnino abilitato. L’equipaggiamento prevede un binocolo, un megafono, un rullo galleggiante di 300 metri, un pattino o altro natante idoneo al salvamento, salvagenti e quanto altro previsto nel capitolato. Con successivo atto il Comune regolerà anche l’installazione di otto torrette di avvistamento. Il vincitore della gara, che sarà assegnata anche in caso di unico partecipante con offerta congrua, potrà iniziare a posizionare le attrezzature il primo maggio ma le stesse dovranno necessariamente essere rimosse entro il 30 settembre.  Per ulteriori informazioni sulla scadenza per la presentazione delle offerte si consiglia di rivolgersi all’ufficio comunale competente sul demanio.

LE VOSTRE OPINIONI

commenti