Latina, tentata estorsione: Ferdinando Prosciutto Di Silvio resta in carcere

furti in villa

Resta in carcere Ferdinando Di Silvio, detto Prosciutto. Il ragazzo, 23 anni, era stato arrestato qualche giorno dopo rispetto al fratello Antonio, detto Patatino. I due sono accusati di tentata estorsione nei confronti di una persona, per un presunto debito di 2500 euro.

Ferdinando Di Silvio è comparso questa mattina, assistito dal suo avvocato Sandro Marcheselli, davanti al giudice Giorgia Castriota, per l’interrogatorio. Si è avvalso della facoltà di non rispondere. Il gip si è riservata sulla richiesta del difensore degli arresti domiciliari.

Il 27 agosto scorso i due fratelli avrebbero raggiunto la vittima a casa e qui lo avrebbero minacciato per costringerlo a pagare. Ferdinando di Silvio, secondo gli investigatori, avrebbe colpito il malcapitato al volto.