Norma, la vittima era della Penitenziaria e si sarebbe suicidata. Sappe: “Scossi tutti”

La donna di 59 anni che stamane è morta per una caduta dal balcone a Norma, si sarebbe suicidata. Secondo il Sappe, sindacato di polizia penitenziaria, non si tratterebbe dunque di una caduta accidentale, ma di un gesto volontario. La 59enne faceva servizio presso il carcere di Latina: sarebbe stata in ferie fino al prossimo 30 settembre e poi sarebbe andata in pensione. Lascia una figlia di 18 anni.

“Una notizia che ha scosso tutti. Ed è sconvolgente che questo suicidio segue a distanza di pochi giorni un altro analogo episodio, che ha visto coinvolto un altro assistente capo coordinatore della Polizia Penitenziaria in servizio a Latina. Sembra non avere fine il mal di vivere che caratterizza gli appartenenti al Corpo di Polizia Penitenziaria” – dichiara Donato Capece, segretario generale del Sappe, che torna a chiedere l’istituzione di un’apposita direzione medica della Penitenziaria, composta da medici e da psicologi impegnati a tutelare e promuovere la salute di tutti i dipendenti.