Latina, si discute l’ultimo atto di Manzi: il rendiconto. Commozione e cordoglio in Consiglio

Tempo di bilancio anche per il Comune di Latina: oggi in consiglio comunale si discute il rendiconto di gestione 2019. La seduta è la prima che si svolge dopo il lutto dovuto alla scomparsa del dirigente del settore finanziario Giuseppe Manzi, deceduto per un malore improvviso in strada lunedì scorso. Il consiglio comunale, che avrebbe dovuto tenersi martedì e che era stato rinviato per lutto, oggi ha discusso l’ultimo atto firmato da Manzi.

Ad introdurre il punto, l’assessore al Bilancio Gianmarco Proietti che, visibilmente commosso, ha voluto collegarsi dall’aula consiliare anziché da casa (il consiglio comunale si tiene in videoconferenza) proprio per rendere omaggio alla memoria del dirigente scomparso. “In un consiglio comunale normale si sarebbe discusso di numeri, dei dettagli di certe scelte, ognuno ponendo sul piatto il proprio punto di vista come democrazia vuole. Oggi però – ha detto l’assessore – vorrei porre l’attenzione sul metodo: in ogni riga del rendiconto si comprendono l’accortezza e la precisione nella conoscenza delle norme. Giuseppe Manzi era un attento studioso, ed aveva compreso bene la distinzione tra indirizzo politico e la realizzazione delle scelte; entro questi limiti si muoveva, con sicurezza: poneva delle possibilità, al massimo delle conoscenze obiettive disponibili, e poi la politica faceva le sue scelte. Sempre rispettoso dei ruoli e dei tempi”.

Attestazioni di stima e ricordi positivi da tutti i consiglieri comunali, di maggioranza e minoranza: il dibattito politico è passato in secondo piano, trasformandosi in una lunga scia di ricordi e in proposte, come quella arrivata dal consigliere Massimo Di Trento (misto) per l’istituzione di una borsa di studio che porti il nome del dirigente, condivisa da tutta l’assise.

Il sindaco Damiano Coletta ha ricordato tutto il lavoro fatto per Latina città cardioprotetta: corsi di formazione sono stati e saranno svolti sul tema della rianimazione cardiopolmonare e sull’uso del defibrillatore. Ha anche ricordato il risultato recentemente ottenuto dal Goretti come primo ospedale in Italia nel trattamento dell’infarto. “Dobbiamo essere orgogliosi, lavoriamo tutti insieme per ampliare il più possibile la consapevolezza intorno a questo tema”.

Il rendiconto è passato con 19 voti favorevoli (maggioranza e Antoci del gruppo misto) e 7 astenuti. Forza Italia e PD: “Non voteremo contro, ma ci asteniamo, per riconoscenza nei confronti del lavoro di Manzi”.

  • TAGS
  • 1
CONDIVIDI
Articolo precedenteLatina, distrutto nell’incendio il furgoncino dello street food a Capoportiere
Articolo successivoIn arrivo Alberto e Di Renzo nel club del Latina Calcio 1932
Stefania Belmonte
"La smetta di frequentare il passato, cerchi di frequentare il futuro" (A. Tabucchi, "Sostiene Pereira", 1994). Ho amato il lavoro di giornalista anche grazie a questo libro. Guardare avanti sempre, con ottimismo e fiducia, credo sia la ricetta giusta. Amo la libertà di pensiero, costruttiva, priva di luoghi comuni. Da una vita sulla carta stampata e sul web, con qualche passaggio in radio, scrivo di cronaca e di politica. Laureata in Scienze della Comunicazione. Giornalista pubblicista dal 2008.